Mercoledì 31 luglio, presso la sede della Provincia di Lecco, si è tenuta una riunione promossa dall’Assessore al Lavoro Antonio Conrater, d’intesa con l’Assessore allo Sviluppo Economico e Attività Produttive del Comune di Lecco Armando Volontè, per aggiornare gli imprenditori interessati a insediarsi nell’area Leuci rispetto alle ultime importanti novità per la concreta attuazione del progetto di reindustrializzazione dell’area, oggetto negli ultimi anni di una progressiva dismissione.

Il passo in avanti di maggior rilievo nell’attuazione del progetto è avvenuto il 22 luglio scorso, quando Giuseppe Conte della Leuci S.p.a. ha affidato a un professionista, il geometra Giovanni Battista Spada dello Studio Tecnico Ponzone, Spada & Maggioni di Merate, l’incarico di verificare gli interessi degli imprenditori interessati a prendere in affitto o acquistare parte dell’area Leuci per dar corso ai loro piani di sviluppo industriale.

In occasione dell’incontro in Provincia gli imprenditori hanno potuto prendere i primi contatti con il professionista e confrontarsi con i principali referenti della cabina di regia territoriale che sta lavorando all’attuazione del progetto, composta da Provincia di Lecco, Comune di Lecco, sede territoriale di Lecco di Regione Lombardia, Camera di Commercio di Lecco, Confindustria Lecco, Organizzazioni sindacali dei lavoratori e Politecnico di Milano – sede di Lecco.

Gli imprenditori hanno sottolineato l’importanza che i loro piani aziendali di sviluppo possano anche essere ricollegati al progetto della Città della Luce e dell’Energia, a suo tempo sviluppato con il contributo del Politecnico di Milano. Tutti i presenti hanno rimarcato l’importanza del fattore tempo per la realizzazione del progetto, con l’auspicio di concludere le attività entro i prossimi due mesi.

L’obiettivo finale è quello di formalizzare un accordo di programma o un contratto di recupero produttivo sulla scorta di altre positive esperienze di reindustrializzazione, come quella delle Cartiere Paolo Pigna S.p.a. di Alzano Lombardo (Bergamo).

Il coinvolgimento diretto della proprietà nel progetto Leuci – commenta l’Assessore Conraterè un primo risultato concreto che ci conforta a continuare lungo la strada intrapresa”.

“Siamo a uno snodo importante del percorso del progetto Città della Luce e dell’Energia – aggiunge l’Assessore Volontè Il gioco di squadra è stato vincente: grazie all’impegno di tutti i soggetti coinvolti è stato raggiunto un importante obiettivo, che allo stesso tempo rappresenta l’inizio di una sfida difficile. Il progetto, emblematico per tutto il territorio, potrà in parte rispondere alla domanda se Lecco può governare la trasformazione del manifatturiero in industria della conoscenza e se l’Università e il CNR possono svolgere il ruolo di fabbrica delle fabbriche”.